Villa Spezzotti

Villa Spezzotti, un tempo fiore all’occhiello dell’architettura moderna nel suggestivo contesto di Tarcento, oggi giace silenziosa sulle colline di Collerumiz, testimone solitaria di un’epoca gloriosa ormai sbiadita. Costruita alla fine del XIX secolo come rifugio estivo per l’alta borghesia durante la Belle Epoque, questa residenza era il fulcro della vita artistica e dell’opulenza economica della cittadina, tanto da guadagnarsi il titolo di “Perla del Friuli”.

Dominando la collina con maestosità, la villa era coronata da una torretta che offriva una vista mozzafiato sulla campagna circostante, un connubio perfetto tra architettura e paesaggio. Acquistata successivamente dall’industriale e senatore Luigi Spezzotti, subì una trasformazione radicale negli anni ’30 grazie all’intervento dell’architetto Ettore Gilberti, assumendo un’elegante fusione di stile liberty ed eclettismo.

Tuttavia, la storia travagliata della villa la condusse attraverso periodi di tumulto durante la Grande Guerra, durante la quale fu sede di comandi militari italiani, occupata dalle truppe delle SS dopo l’8 settembre 1943 e infine ospitò un distaccamento inglese. Oggi, dopo aver vissuto molte vite e vicissitudini, la villa riposa in uno stato di abbandono, un monumento silenzioso al passare del tempo e alle sue inevitabili trasformazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

More like this

La villa con il campanile

La villa conserva un'elegante decorazione liberty sia all'interno che all'esterno, con dipinti decorativi, inferriate artistiche, radiatori in...